Ma soia e legumi in genere fanno davvero così bene?

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
ma soia e legumi fanno bene?

Quante avrai sentito qualche “esperto” di alimentazione dire in TV che dobbiamo mangiare tante proteine vegetali che ci fanno tanto bene??

In genere l’invito è sempre quello di rimpinzarsi quotidianamente di cereali (magari integrali) soia e legumi.

Ma è davvero così salutare consumare questi cibi e per di più in abbondanza?

Il fatto che la soia sia così presente nei supermercati naturali e che sia pubblicizzata così bene, ci indurrebbe a pensare che sia l’alimento più innocente e miracoloso al mondo e che mangiarlo sia la chiave per vivere in salute… potere di un marketing potentissimo!

I produttori di soia (un business enorme tanto da aver contrastato e rallentato il consumo di olio di oliva, di cocco e altri prodotti benefici) vogliono che tu mangi più soia.

Devi sapere che i giapponesi e i cinesi- che puntualmente vengono tirati in ballo come “esempio” dai sostenitori dell’alimentazione a base di soia-mangiano 10 grammi di soia al giorno, circa due cucchiaini! 

Eppure, le linee guida alimentari (influenzate dai produttori di soia) consigliano di mangiarne almeno 10 volte più dei giapponesi, ovvero 100 grammi di proteine di soia al giorno, un’assurdità!

Molti notano che cominciando a consumare latte di soia hanno dei fastidi e smettendo questi scompaiono. A rischio sono soprattutto i vegani che consumano molto tofu e prodotti a base di soia.

Ma vediamo questo alimento nel dettaglio:

Partiamo dal fatto che gli isoflavoni contenuti nella soia interferiscono con le regolari funzioni endocrine dell’organismo.

La soia e i suoi derivati, come il tofu, contengono composti biologicamente attivi chiamati isoflavoni che funzionano come fitoestrogeni, ovvero composti di origine vegetale che possono attivare i recettori degli estrogeni nel corpo umano.

A causa dell’attività estrogenica, questi isoflavoni sono spesso usati come alternativa naturale ai farmaci per alleviare i sintomi della menopausa e ridurre il rischio di perdita ossea nelle donne anziane.

Tuttavia questo uso è controverso e molti esperti sostengono che i rischi superino qualsiasi potenziale beneficio.

Alcuni studi fatti sull’uomo hanno evidenziato che gli isoflavoni della soia possono stimolare la proliferazione e l’attività delle cellule nel seno.

In uno studio 48 donne sono state divise in due gruppi. Un gruppo faceva una dieta normale, l’altro la integrava con 60 grammi di proteine della soia.

Dopo soli 14 giorni il gruppo che assumeva proteine della soia mostrava un aumento significativo nella proliferazione (aumento di numero) delle cellule epiteliali del seno, che sono le cellule che hanno più probabilità di trasformarsi in cellule cancerose.

In un altro studio 7 donne su 24 ( 29,2 %) mostravano un aumento del numero di cellule epiteliali mammarie se integravano la propria dieta con le proteine della soia.

Questi cambiamenti nel numero di cellule favoriscono un aumento dei rischi di cancro al seno, che è il cancro più comune nelle donne.

In altri studi, sempre condotti sull’uomo, è stato evidenziato che la soia causa squilibri del ciclo mestruale come mestruazioni in ritardo e prolungate.

Quindi è scientificamente provato che la soia interagisce con l’attività ormonale del nostro organismo.

Inoltre, la soia contiene tossine naturali chiamate anti-nutrienti. I composti antinutrizionali presenti nella soia sono: soiatossina (una nuova tossina recentemente trovata nella soia), saponine, fitati, pxalati, inibitori della proteasi, gli estrogeni, e goitrogeni.

Queste sostanze interferiscono con i nostri enzimi digestivi, sottraggono minerali essenziali al corpo, aumentano la permeabilità intestinale, rallentano la tiroide producendo un malessere diffuso nel corpo.

In definitiva, tutti questi rischi per la tua salute a fronte di un profilo nutrizionale che non è certo questo granché! Perché se è vero che la soia contiene un discreto quantitativo di proteine vegetali, è anche vero che contiene fitati che impediscono l’assorbimento dei minerali essenziali (calcio, ferro, zinco, magnesio) e composti che come ti dicevo alterano il sistema endocrino.

Inoltre, fatta eccezione per i negozi biologici, la soia destinata alla grande distribuzione è per oltre il 90% di provenienza OGM, poiché l’Italia vieta le coltivazioni di tipo OGM ma non ne vieta l’importazione.

Moltissime aziende, anche molto conosciute, che producono prodotti a base di soia utilizzano soia proveniente da coltivazioni estere OGM.

 La maggior parte della soia in commercio è geneticamente modificata. La modificazione genetica taglia i costi e aumenta la produttività, ma a scapito degli erbicidi tossici spruzzati, come il glifosato, un noto cancerogeno. La soia geneticamente modificata ha anche un DNA che produce una proteina estranea al corpo umano con effetti potenzialmente devastanti.

Personalmente ho consumato prodotti a base di soia per anni, credendo come tutti che facessero bene e che fossero una valida alternativa alle tanto inutilmente demonizzate proteine animali.

Ovviamente mi sbagliavo di grosso, e nel momento in cui ho stoppato definitivamente la mia alimentazione a base di cereali integrali, soia e legumi in favore di un’alimentazione a base di verdura, frutta fresca, batate, frutta secca, farina di mandorle, farina di castagne, farina di tapioca, farina di semi di lino (tutte farine sanissime e proteiche utilizzabili al posto delle farina di cereali come grano, mais ecc., per fare dolci, biscotti, pane, pasta) carne grass fed, pesce, molluschi, uova bio, grassi come olio di cocco, avocado ecc., ho visto letteralmente sparire una serie di disturbi che mi tormentavano da anni.

Inoltre ho visto migliorare l’aspetto di pelle e capelli, questo perché come ti dicevo tutte le leguminose e i cereali contengono fitati che di fatto impediscono l’assorbimento di sostanze che sono essenziali per la salute della cute e degli annessi cutanei come capelli e unghie.

Ho dovuto arrivare a questa consapevolezza da sola, leggendo decine di libri e documentandomi giorno dopo giorno, perché come forse anche tu saprai gli unici pareri che vengono diffusi in Italia sono quelli di esperti, anche luminari, che consigliano l’assunzione di questi alimenti a scapito di uova, carne e pesce.

Fortunatamente esistono centinaia di studi scientifici che provano l’esatto contrario, solo che non vengono quasi mai divulgati dai media e te li devi andare a cercare.

Nel corso di questi anni ho visto decine di donne come te (le mie clienti) conquistare finalmente il corpo che volevano migliorando nel contempo la loro salute, grazie anche all’eliminazione di cibi che credevano essere salutari e invece non lo erano affatto.

Del resto mi spiace dirtelo ma se sei sovrappeso e magari soffri anche di disturbi come cellulite, gonfiore, dermatiti, acne, unghie e capelli fragili e che si spezzano, stanchezza cronica, insonnia, stress, significa una sola cosa: la tua alimentazione è sbagliata e va rivista completamente.

 

A presto,

Carolina

Carolina Ballada

Carolina Ballada

Mi chiamo Carolina Ballada e sono l’ideatrice di “Bodytop”. La mia “mission” è quella di aiutarti a ritrovare un viso più giovane e un corpo più snello e rimodellato in soli 60 giorni, senza costringerti a fare la fame, massacrarti di esercizio fisico o ricorrere a soluzioni dolorose e invasive.

Lascia un commento!

Seguici su Facebook!

Richiedi una consulenza gratuita!

Carolina Ballada

Clicca sul pulsante sottostante per richiedere una consulenza completamente gratuita!

Scrivici ora!





Articoli Random

Sales Letter


PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA, IN OMAGGIO

PER TE LA RIVISTA DI PRESENTAZIONE DEL METODO!

Prenota la tua consulenza gratuita senza impegno!

Compila il form e scopri come diventare la versione migliore di te stessa!